Napoli attivissimo, tesoretto per Icardi. Drogba e Klose nel mirino

Il Napoli, dopo l’amara sconfitta rimediata domenica pomeriggio al San Paolo nel derby del sole contro la Roma, ha deciso di non arrendersi e di rimboccarsi le maniche per tornare a vincere e ad essere ai vertici della classifica. Chiusa la parentesi Serie A, adesso la formazione di mister Sarri è già concentrata per l’importante sfida di mercoledì sera in casa contro il Besiktas, valida per la terza giornata del girone di Champions League.

Il club partenopeo ha creduto molto nelle potenzialità di Manolo Gabbiadini che, ancora una volta, ha firmato una deludente prestazione nel ruolo di punta centrale (purtroppo da lui non preferito). Molti confidavano nelle qualità dell’attaccante bergamasco (principale sostituto dell’infortunato Milik), ma adesso si è giunti ad una conclusione: è ora di scegliere uno svincolato.

Il Napoli ritorna sulla pista Miroslav Klose con il quale, secondo quanto riportato da ‘La Repubblica’, ci sarebbe stato già un contatto. Per il momento però tutto tace, anche se l’attaccante tedesco campione del mondo avrebbe dato la sua disponibilità a vestire la maglia azzurra. Gabbiadini dunque è entrato in una fase d’esame, le partite contro Besiktas e Crotone saranno decisive.

Altro interessante nome che la società partenopea potrebbe seguire è quello di Didier Drogba. L’attaccante ivoriano sarebbe in rottura con il tecnico del Montreal Impact, Mauro Biello, il quale nel match contro il Toronto avrebbe lasciato l’ex bomber del Chelsea addirittura in tribuna. Ecco quanto riportano i colleghi di ‘Itasportpress’:

Probabilmente alla base di questa rottura tra Drogba e il tecnico Biello, ci sarebbe la voglia molto forte dell’attaccante di lasciare la Mls e trasferirsi al Napoli, che nei giorni scorsi lo ha contattato dopo l’infortunio occorso al polacco Milik“.

Ma non terminano qui i nomi caldi per un posto da punta centrale in casa Napoli: torna di moda la pazza idea Icardi. Il fuoriclasse argentino, come ben saprete, è in rotta di collisione con i tifosi nerazzurri a causa di una frase non accettata comparsa nella sua autobiografia ‘Sempre avanti’.

Maurito resta il sogno proibito di ADL (nonostante il bomber nerazzurro abbia di recente firmato il rinnovo con una clausola stellare di ben 110 milioni di euro valevole solo per l’estero). La società partenopea resta comunque alla finestra.